Vincenzo D’Amico. Volevo giocare nella Lazio

17,90

Descrizione

Descrizione

Vincenzo D’Amico, “O’Rey di Piazza Roma”, l’unico grande numero dieci della storia del nostro calcio a non aver messo d’accordo il proprio talento con l’azzurro della Nazionale. L’oratorio salesiano a Latina, la sua città, la Lazio, l’infortunio al ginocchio, lo scudetto a diciannove anni con una squadra dannata, il viaggio lampo a Torino, sponda granata, il ritorno al capezzale di una Lazio in balia di mari agitati. I due gol in un derby impari, i tre al Varese per evitare la serie C, l’amore per Simona, compagna dell’ultimo viaggio dal Portogallo in Paradiso. La famiglia, il fratello Rosario e i figli Matteo e Nicolò. La storia di un uomo, di una leggenda, di un capitano nei momenti difficili. Il romanzo di un calciatore d’altri tempi. Prefazione di Bruno GiordanoPostfazione di Italo Cucci.

Biografia

Gianluca Atlante è nato a Latina il 12 ottobre del 1964. Da trentacinque anni è una delle firme più importanti del quotidiano Latina Oggi, di cui è stato capo della redazione sportiva per tantissimi anni. Giornalista professionista, è al suo quarto lavoro letterario. Prima di questo libro, infatti, ha scritto per Absolutely Free Edizioni Slam Doppio Giallo (2013), Dentro Luna Rossa (2021) e Vince Napoli (2023). Ha seguito Olimpiadi e Mondiali di canottaggio, sport per il quale è stato premiato dalla Federazione con i due maggiori riconoscimenti: Premio “Giovanni Mercanti” (2013) e “Giornalista dell’Anno” (2016). Ha lavorato nell’ufficio stampa della candidatura di Roma alle Olimpiadi di Roma del 2024.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vincenzo D’Amico. Volevo giocare nella Lazio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *